Visitare Teramo

La citta di Teramo posizionata tra la costa e le grandi cime appenniniche del Gran Sasso e del massiccio della Laga, Teramo si trova in una posizione particolarmente privilegiata e meta ideale per chi ama la natura. Siamo, ovviamente in Abruzzo, una Regione stupenda come lo sono, per diversi aspetti, tutte le Regioni italiane.

La storia di Teramo

La città si trova in una conca alla confluenza tra il fiume Tordino e il torrente Vezzola e presenta uno dei litorali più suggestivi che si possono trovare in Italia, in remoto passato, al tempo in cui era colonia Romana, chiamata Interamnia. Fu nel medioevo che venne costruita, tuttavia, la maggior parte della città e questo è testimoniato dalle tante tortuose stradine caratteristiche di quell’epoca, i portici, le rovine delle mura e molti altri particolari che ti parlano della sua storia. Nel medioevo Teramo conobbe un periodo splendido nonostante le tante lotte in atto tra le Famiglie locali e le Signorie esterne, quella Angioina e quella Aragonese soprattutto.

Cosa vedere a Teramo

Il centro storico di Teramo è tutto da vedere, anche nelle cose meno eclatanti: viuzze in cui si respira l’atmosfera medievale, le piccole chiesette, le case antiche; Nel centro di Teramo troverai vita ma discreta, una pace ed una tranquillità che ti consentiranno di guardarti dentro e nello stesso tempo nutrire l’anima. Arrivi, quindi, al Duomo la cui costruzione risale al XII secolo, tipica costruzione medievale. In realtà il Duomo origina dall’unione di due chiese di diverse epoche, mirabilmente unite a formare un unico edificio che al suo interno custodisce un’opera straordinaria, “l’Antependium di Teramo”, un paliotto dorato risalente al periodo tra il 1433 e il 1448 per opera di Nicola da Guardiagrele e composto da 35 formelle che narrano nel loro insieme la storia di Cristo.

Di origine imperiale, invece, da visitare e ben degni di nota, l’anfiteatro Romano ed il Teatro vicino, entrambi adiacenti al Duomo. Vogliamo segnalarti anche delle chiese storiche che devono entrare a far parte della tua visita a Teramo, ossia le chiese di San Domenico del 1300 dove ammirerai affreschi seicenteschi e l’Antica Cattedrale di Sant’Anna al cui interno trovi i resti di una Domus Romana e affreschi risalenti a diverse epoche tra il XII e il XIV secolo. Al Santuario della Madonna delle Grazie, invece, un gruppo ligneo della Madonna con Bambino, opera di Silvestro dell’Aquila attrarrà la tua attenzione e la tua ammirazione.

Sul versante degli edifici non religiosi, invece, ti segnaliamo il Palazzo Delfico che risale al 1700 mentre il Palazzo Vescovile è decisamente più antico, risalente al ‘300. Prosegui la visita con il Museo Archeologico e la Pinacoteca che sono ospitati in un Palazzo neoclassico nei giardini della Villa Comunale.

Fuori porta Teramo

Teramo ti offre parecchio anche al di fuori degli interessi storici ed artistici: un lungofiume che è davvero lungo, percorrendo la città da un capo all’altro, negozi di ogni genere per i tuoi acquisti, ovviamente anche locali e ristoranti dove deliziare stomaco e palato e poi giardini, divertimenti notturni, eventi di vario genere che sapranno attrarti e interessarti. Teramo si trova a 20 minuti dalla Riviera Adriatica e solo 3 dal Gran Sasso che raggiungi attraversando interessanti paesi, caratteristici come, ad esempio, Montorio al Vomano, Isola del Gran Sasso e Pietracamela. Mentre sei a Teramo, non dovresti perderti anche una breve gita alla città di Castelli che è conosciuta ed apprezzata in tutto il mondo per le sue uniche ceramiche. In questa città molti artigiani realizzano ari oggetti di ceramica che rappresentano ciascuno dei piccoli capolavori che potrai vedere, apprezzare e acquistare ma nello stesso tempo potrai anche vedere l’artigiano all’opera nella creazione delle sue meraviglie.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *