Cosa vedere a New York?

Il sogno di tanti viaggiatori europei è quello di vedere almeno una volta la città di New York, uno dei luoghi simbolo degli U.S.A., suddivisa in 5 distretti e posizionata esattamente sulla foce del notissimo fiume Hudson.

Pianificare ogni dettaglio è sicuramente il metodo migliore per godersi ogni angolo della “City” anche durante viaggi brevi, tuttavia persino gli esploratori dell’ultimo minuto possono cavarsela seguendo alcuni semplici consigli. In questo articolo si prenderanno in esame dapprima i luoghi più interessanti da visitare e poi i documenti richiesti per l’ingresso negli Stati Uniti d’America.

La scelta delle location da ammirare in quel di New York è ovviamente infinita e come accennato la città è distinta in distretti, i Boroughs newyorkesi, che per la precisione sono:

  • Manhattan
  • Brooklyn
  • Queens
  • Bronx
  • Staten Island

La zona di Manhattan si suddivide in Dowtown (o Lower), Midtown e Uptown Manhattan.

Dowtown Manhattan è la porzione della città che guarda al porto, territorio in cui si verificarono i primissimi insediamenti da parte degli europei. Imperdibili in questa zona Battery Park, da dove si parte alla volta della Statua della Libertà, World Trade Center, Wall Street, Chinatown, Little Italy, SoHo e le tante attrazioni come il Ponte di Brooklyn, il 9/11 Memorial ed il 9/11 Museum, solo per citarne alcune.

Presso Midtown Manhattan, zona molto cara ma forse la preferita dai turisti poiché dotata di ogni servizio, è obbligatoria una visita alla nota Time Square, così come all’Empire State Building, al Rockefeller Center, al MoMA, alla 5th Avenue, alla St Patrick’s Cathedral ed al Bryant Park.

Come non passare poi presso Uptown Manhattan per visitare il meraviglioso Central Park?

Che documentazione serve per visitare New York?

Gli italiani che viaggiano verso La Grande Mela per interessi personali e turismo, intenzionati a passare sul suolo americano meno di 90 giorni e muniti di passaporto valido per gli Stati Uniti, possono approfittare del Visa Waiver Program.

Questo prevede l’ingresso negli U.S.A. anche senza visto, presupponendo di ottenere, una volta arrivati in America, un’autorizzazione all’ingresso, tramite ESTA (Sistema Elettronico per l’Autorizzazione al Viaggio), quest’ultima valida 2 anni o fino alla data di scadenza del passaporto.

Ottenere l’ESTA è molto semplice, basta collegarsi al sito di Application-esta.us, completare il questionario ed inserire gli estremi per il pagamento. Il rilascio del suddetto documento non prevede tempistiche lunghe, tuttavia il consiglio è sempre quello di effettuare tutte le operazioni con anticipo, al fine di non incorrere in spiacevoli, quanto imprevisti, ritardi. L’esito della pratica è consultabile direttamente online.

In fin dei conti è semplice!

Viaggiare alla volta di New York, soprattutto per periodi brevi, è quindi più semplice di quanto si possa pensare. Il pagamento dell’ESTA può avvenire in diversi modi, tramite carta (VISA, Mastercard, JBC, American Express, Discover, Diners Club) o conto personale Paypal, quindi tutte le operazioni sono altamente sicure e tracciabili.

L’ultimo consiglio è quello di portare con sé una copia cartacea del documento, in modo da evitare qualsiasi problema durante l’ingresso negli Stati Uniti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *