Pastore tedesco: ecco come curare il pelo

Il cane pastore tedesco è la razza tra le più amate al mondo. Le sue varietà girano intorno al !anto, che può avere sia il pelo più lungo che meno lungo e con gradazioni di colori molto differenti tra loro. Per prendersi cura del mantello del cane da pastore tedesco si deve in primis acquistare una spazzola ad hoc che non tiri i peli ma che li faccia morbidi e lucenti. Il nostro amico a quattro zampe dovrà essere spazzolato una volta al giorno con tanta accortezza, senza dimenticare le zampe e l’addome.

Come si cura il mantello del pastore tedesco

La spazzola deve essere passata con sensibilità e tatto, fino a togliere tutti gli eventuali nodi e residui presi, per esempio, durante la passeggiata. Il movimento, che deve essere lento e leggero va eseguito rispettando la direzione del pelo.

Il cane da pastore tedesco può essere lavato, non spesso per non incidere in modo negativo sul delicato equilibrio della cute. Per il bagno si possono usare i prodotti i detersivi ipoallergenici che si trovano in vendita nei negozi per animali ma pure nei supermercati più forniti. Nel caso in cui si prediliga una soluzione più veloce e casalinga, si può lucidare il pelo del cane da pastore tedesco usando una pezzuola morbida umida di una soluzione di acqua tiepida ed aceto bianco

Per garantire la bellezza del mantello del cane da pastore tedesco è fondamentale, oltre a spazzolarlo con regolarità, rispettare un’alimentazione sana secondo i consigli del veterinario. La lucentezza del pelo del cane da pastore tedesco è di gran lunga legata ad alcune fattibili mancanze nutrizionali oppure a peculiari patologie, come per esempio la presenza di parassiti. Durante il periodo della muta, che si verifica un paio di volte all’anno, il cane da pastore tedesco inizia a perdere una bella dose di peli e potrebbe essere necessario integrare l’alimentazione con alcune pietanze.

Come si cura il pelo del pastore tedesco

I padroni dei cani da pastore tedesco sono capaci di aiutare il loro cane ad avere un mantello a regola d’arte e bellissimo introducendo nella dieta vitamine del gruppo B e grassi omega 3 ed omega 6, conosciuti anche come grassi buoni.

Le dosi devono essere ai minimi termini ed è sempre consigliato di rispettare alla lettera le indicazioni del produttore e del veterinario di riferimento. In commercio c’è una vasta gamma di integratori alimentari che si usano, nello specifico, sul pelo del cane da pastore tedesco per renderlo forte e luminoso.

Fra i cibi che non dovrebbero essere tolti al nostro cane da pastore tedesco, a meno che non vi sia la contraria indicazione del veterinario, vi è il pesce e, nello specifico, le qualità più ricche di grassi salutari come per esempio le sardine ed il salmone. Sempre che non vi siano degli effetti collaterali, il cane da pastore tedesco può consumare, senza esagerazioni, le uova che apportano preziosa vitamina A.

Come allevare un pastore tedesco

Tutti questi metodi di cura e accortezza al pelo del pastore tedesco vanno messi in pratica sin dalla tenera età. Quindi questo vuol dire che con ogni probabilità i primi gesti di spazzola e attenzione alle vitamine sono stati messi in pratica nell’allevamento.

Ai giorni d’oggi l’amore per gli animali è cosi tanto che spesso lo si trasforma in un’attività lavorativa, che a dirla tutta può essere più o meno redditizia, in base all’intensità e all’impegno che vengono impiegati.

Avere un allevamento di cani pastori tedeschi significa essere professionali ed esperti nel settore, con una particolare propensione all’attività cinofila. Oltre ai certificati e alle autorizzazioni di dovere saranno richiesti molta pazienza e dedizione. Solo così si avrà una cospicua clientela che opti sempre e comunque per degli allevatori che amano i loro cani.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *