Come organizzare l’ufficio in casa

Fino a qualche anno fa lavorare da casa era una specie di utopia, una cosa impensabile: comunque tutti coloro che avevano un lavoro dovevano necessariamente alzarsi, prepararsi per uscire, portare i figli all’asilo o ai nonni perché badassero a loro, andare al lavoro e tornare di corsa a casa per il pranzo, ritornare in ufficio e alla sera riaffrontare per la quarta volta il traffico per ritornare, finalmente a casa. Uno stress notevole soltanto per andare e tornare dal lavoro, senza contare quello accumulato nelle ore di attività lavorativa. Oggi la situazione è notevolmente cambiata e il Trend è di un sempre maggiore ricorso al lavoro da casa.

Lavorare da casa

Questo rappresenta per il lavoratore e ancora di più per la lavoratrice un vantaggio significativo: si annulla il tempo necessario agli spostamenti e si risparmia sul costo del trasporto, si possono tenere i bambini in casa, anche in questo caso con notevole risparmio e si possono conciliare i tempi di lavoro con le attività in casa, pur sempre, però, mantenendo l’impegno lavorativo e rispettando i tempi di realizzazione del lavoro, questo è indispensabile. Serve, quindi, una grande disciplina e organizzazione, senza le quali il lavoro da casa diviene insufficientemente produttivo.

Cosa serve per lavorare da casa

Intanto, tecnicamente, ti serve un Computer e una connessione Internet magari anche con il telefono da casa ma oggi molti piani tariffari anche da cellulare ti consentono chiamate illimitate con costi ben sopportabili, quindi puoi anche rinunciare al telefono di casa, risparmiando sul contratto di Adsl o Fibra. Oltre alle questioni tecniche ti serve uno spazio per organizzarti la tua attività lavorativa.

Ecco come puoi organizzarti:
Le cose fondamentali che ti servono sono una scrivania, una sedia, possibilmente ergonomica, una lampada da tavolo, contenitori; ti serviranno, poi delle mensole o uno scaffale e una cassettiera. La Scrivania deve essere adeguata nelle dimensioni ma compatibile con lo spazio che hai a disposizione. I Computer attuali non occupano tanto spazio, per cui anche le dimensioni della scrivania possono essere ridotte; un piano da 60 cm può già essere sufficiente alla necessità, l’altezza tra i 72 e i 75 cm ma se usi una sedia ad altezza regolabile il problema dell’altezza diventa ininfluente.

L’importante è che sul piano possa trovare posto anche la lampada e almeno un quadernetto per prendere note. Se lo spazio non consente il posizionamento della lampada, nessun problema, puoi optare per una lampada a clip da agganciare ad una mensola sopra alla scrivania. Assicurati che nei pressi della scrivania vi sia almeno una presa di corrente, naturalmente, far correre file per la stanza non è né bello né sicuro, specialmente se ci sono bambini che ti corrono intorno.

Come scegliere la sedia da ufficio

La sedia è un elemento importante nella postazione di lavoro: dovrai starci seduta per molte ore, quindi deve avere una seduta sufficientemente ampia e imbottita, comoda e anche lo schienale deve essere imbottito e regolabile in modo da sostenere adeguatamente la schiena evitando il sovraffaticamento dei muscoli che alla fine ti portano a dolori e problemi. Ottima una sedia girevole e regolabile in altezza, con o senza ruote, ha poca importanza, ma che nel complesso sia confortevole. In commercio ci sono molti modelli di sedie per ufficio tra cui potrai scegliere, molte oltre alla praticità badano anche all’estetica, perché no?

La lampada da scrivania deve offrire un’illuminazione adeguata a non affaticare la vista quando lavori in condizioni di scarsa luce naturale. Scegli una lampada a LED regolabile in intensità e magari anche in tonalità per non affaticare gli occhi che già sono fortemente sollecitati delle lunghe ore di lavoro davanti allo schermo del Computer.

Contenitori e mensole

L’ordine è fondamentale: se hai un po’ di spazio prevedi una cassettiera dove tenere in ordine tutto ciò che ti occorre per il lavoro, tutto a portata di mano ma ti servirà anche tenere documentazioni, archiviare molte cose, quindi ti serviranno certamente dei Dossier da tenere su mensole che non ingombrano la superficie del pavimento; se, invece hai dello spazio a disposizione a pavimento, uno scaffale è ancora più pratico perché ti consente di spostarlo senza alcun problema in qualsiasi momento e non richiede fissaggi alle pareti, bucandole come un groviera per mettere i tasselli che fissano le mensole.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *