Dazebao News l'informazione on line

Monday
Nov 24th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Mondo Asia Ciclone nelle Filippine. 172 morti, 500mila senza casa. SOS del governo

Ciclone nelle Filippine. 172 morti, 500mila senza casa. SOS del governo

E-mail Stampa PDF

di F.Pell.

MANILA – Le Filippine sono in piena emergenza dopo che sabato l’arcipelago è stato investito dalla tempesta tropicale Ketsana. Ogni anno le Filippine sono colpite in media da una ventina di tifoni. Ketsana è stata considerata uno dei più devastanti degli ultimi 40 anni. Gran parte del Paese si è ritrovato sotto oltre 6 metri di acqua a causa della pioggia torrenziale caduta in due giorni.

Oggi il governo centrale ha ammesso di non avere risorse sufficienti per affrontare la tragedia che ha colpito il Paese ed ha lanciato un richiesta di soccorso alla comunità internazionale per la consegna di aiuti umanitari ed ha dichiarato lo stato di catastrofe naturale nella capitale Manila, e in altre 25 province, tra cui l'isola di Luzon. A causa delle gravi inondazioni provocate dalla tempesta sono almeno 172 i morti e i dispersi mentre 500mila sono i filippini che sono stati costretti ad abbandonare le proprie case. In queste ore le autorità filippine si stanno prodigando soprattutto nell’evitare il pericolo del propagarsi di malattie, le autorità sanitarie  sono preoccupate per il sorgere di focolai di influenza suina, la leptospirosi e dissenteria, e nel portare soccorso agli sfollati. Per cercare di portare in salvo quante più persone sia possibile nei soccorsi sono state coinvolte anche unità dell’esercito e decine elicotteri. Quest’ultimi sono serviti soprattutto per portare cibo e abiti agli sfollati. Il Governo filippino, pur avendo a disposizione le previsioni meteorologiche che annunciavano già da venerdì l’arrivo della violenta tempesta tropicale, non è comunque riuscito a correre ai ripari ne dopo a predisporre un efficace sistema di soccorso anche perché il sistema è stato travolto dall'ampiezza dell’evento. Ancora oggi dopo che  il tempo è migliorato circa l'80 percento della capitale è ancora sott'acqua. La presidente delle Filippine, Gloria Macapagal Arroyo, in un messaggio televisivo ha rivolto un appello al Paese affinchè vengano donati abiti, coperte, cibo e acqua dato che sono centinaia le persone che hanno perso tutto. Arroyo ha chiesto alla popolazione di restare calma e di seguire le istruzioni delle autorità locali e dei soccorritori.


CERCA ARTICOLI CORRELATI ____________________

Commenti (0)Add Comment

Scrivi commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy
Ultimo aggiornamento ( Martedì 29 Settembre 2009 07:30 )   ARCHIVIO DI DAZEBAO NEWS . Qui puoi trovare gli articoli prodotti dal 2007 al 2010.

VISITA IL NUOVO SITO

logo.jpg

VISITA IL NUOVO SITO DAZEBAONEWS.IT